|  | 

Parliamo di...

Cenerentola, la principessa blogger

Cenerentola la principessa blogger articoloNon è mai troppo tardi era il titolo di una famosa trasmissione tv degli anni 60 condotta dal maestro Alberto Manzi. Un programma – per quei tempi innovativo – che usava il canale televisivo per insegnare agli italiani a leggere e scrivere.

E se trasferissimo tutto a oggi, “non è mai troppo tardi”, cosa diventerebbe? Un programma per imparare a leggere e scrivere sul web, un download gratuito, un podcast, un e-book o cos’altro?

Le sue regole – non scritte – orientata a creare una sua propria brand reputation e il messaggio del tipo: “Se sei interessato all’argomento, iscriviti al nostro corso #scritturaperilbusinessilsalesmarketing”.

Stortura della lingua, certo. Ma attuale per rientrare nell’uso e nelle consuetudini del web.

Questa modalità va acquisita, conosciuta e – per assurdo – integrata nelle regole del gioco

Condividere, partecipare, informarsi, aggiornare, faticare, salire gradino dopo gradino, passo dopo passo, formazione dopo formazione. Un po’ come Cenerentola: prima domestica al servizio della matrigna e delle sorellastre poi principessa e ora blogger.

Credevi che anche una ragazza povera come lei potesse avere un’occasione? Leggi cosa ci ha raccontato in questa intervista.

Quando sei entrata nell’universo 2.0?

“Subito dopo il matrimonio. Non volevo essere come tante principesse che restano nelle stanze reali a dare ordini alla servitù oppure andare in giro per eventi mondami e cene di gala. La mia vita deve essere pienamente la mia e come volevo io cioè lavorare. L’unico pensiero è sempre stato: che fare? Dove cercare? Ho sempre e solo pulito casa, la mia vecchia vita era una semi schiavitù e ho fatto sempre e solo una cosa: faccende domestiche. Poi un giorno mio marito mi ha parlato del suo amico Superman e di come è riuscito a reinventare il suo lavoro di giornalista grazie a internet, e mi sono incuriosita. Ho iniziato a cercare e navigare nei vari siti dedicati alle occasioni di lavoro sul web tra i quali Skillprofile.eu e ho avuto l’illuminazione: mettere a frutto le mie conoscenze domestiche in Rete e magari dare dei consigli che possono aiutare e rispondere alle domande delle casalinghe”.

Perché un blog?

“Perché è il modo migliore di iniziare, per farmi conoscere. Ho letto molti articoli, libri e seguito webinar su come cominciare e tutti consigliavano un blog quale modo per chi è a zero come conoscenze delle professioni del web. WordPress poi ha dato la possibilità di creare un blog gratis in pochi passi, quindi… Ho creato il mio diario online dal nome CasaCenerentola.it”.

Ora quindi sei una “blogging dipendente”?

“Diciamo di sì! Non riesco a non scrivere, trovo spunti da qualsiasi cosa che vedo o che sento. Giorni fa ho fatto una chiacchierata con tutto il personale domestico, è stato davvero bello e costruttivo anzi, è venuta fuori una rubrica bellissima che ho chiamato ‘I consigli di…’ e consiste in un’intervista video al mese a ciascun domestico che spiega tre trucchetti per avere una casa pulita e ordinata. Ho voluto coinvolgerli perché so cosa vuol dire la fatica del loro lavoro. Il web poi mi ha dato una grande opportunità: entrare in contatto con Lisa Simpson, ormai una influencer sui social, che mi ha dato parecchie dritte sul copywriting che sto cercando di mettere in pratica. Infine sto pensando di organizzare il primo meeting online delle casalinghe, con l’obiettivo di capire sempre più le loro difficoltà e aiutarle anche economicamente, ora posso”.

E’ vero che nel web c’è posto per tutti?

“Sì. Il mondo del 2.0 dà occasioni a tutti ma, se vuoi essere qualcuno, ci vuole dedizione, passione e sacrificio. Bisogna tenere d’occhio un mondo che corre velocemente, che si aggiorna in tempi brevi; ci sono i social network da monitorare e aggiornare nei contenuti; la comunicazione online e offline con i clienti e tanto altro… Io ho iniziato da poco, ho ancora tanto da imparare e corsi da seguire ma credo di aver trovato la mia strada”.

Tre caratteristiche essenziali per un/a blogger?

“Contenuti di qualità, chiarezza e interazione con gli utenti. Sul web scrivono tutti di tutto ma la qualità fa la differenza: c’è una notizia già nota? Le dò un tocco personale, un approfondimento particolare. Intervistare un personaggio famosissimo? Certo, magari video anziché scritta. Piccoli accorgimenti insomma. Tutto questo però con chiarezza e semplicità: nella mia rubrica ‘I consigli di…” per esempio, ai domestici ho detto di parlare molto semplicemente con pochi termini tecnici per permettere a tutti di capire e mettere in pratica. Elementi che rendono l’interazione con l’utente facile e più immediata anche grazie al passaparola”.

Che differenza c’è tra scrivere su carta e scrivere per il web?

“Tanta. L’aspetto più importante sta nella continuità di produrre contenuti sul blog, non puoi fermarti mai: mentre scrivi un post devi già avere un’idea precisa sul prossimo, poi ancora un altro, un’altra idea ancora e così via. Scrivere su carta un libro o su un giornale per esempio, non richiede tutta questa frenesia: un giornale ha diversi collaboratori non scrive sempre lo stesso; in quanti nella loro vista hanno scritto un solo libro e non hanno intenzione di farne un altro? Se hai un blog non puoi permetterti un discorso del genere. Più fatica? Forse sì, ma quanti stimoli alla fantasia, alla creatività per la mente! Amo il mio lavoro di blogger!!!”.

Vuoi iniziare anche tu un percorso online come ha fatto Cenerentola? Scrivimi a info@tizianaiozzi.it

Hai il desiderio di approfondire il mondo del blogging? Iscriviti al corso Ispira la tua tribù con un blog

E per concludere c’è un regalo: una sessione di Coaching gratuita per te!

Buon viaggio nella rete con il team di Tiziana Iozzi Trainer

Tiziana Iozzi

ABOUT THE AUTHOR

Connettere con le parole e le emozioni fuori e dentro il web è la mia mission. Da 27 anni nella formazione manageriale e nel coaching aziendale. La comunicazione efficace e le strategie linguistiche on line e off line sono il focus dell'attità del blog. La Comunicazione efficace, il Web Content, il web per gli IMBRAnati e il Branding Management sono gli argomenti che mi sono più a cuore e approfondirò nel sito.

Related Articles

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website