Blog

Come gestire le “interruzioni” per guardare avanti verso obiettivi concreti e sostenibili

7 consigli pratici da allenare ogni giorno

 

“Non raggiungerai mai la tua destinazione se ti fermi a lanciare pietre contro ogni cane che abbaia.” – Winston Churchill

In altri termini, è come dire: “Se dai calci sempre agli stessi sassolini, rischi di fare un buco a terra e non andare avanti”

In molti articoli abbiamo parlato della importanza della consapevolezza come modalità per volersi bene.

Tiziana-Iozzi_benessere donna 300%Era il 2016 quando – con i primi corsi e gli appuntamenti in aula – nel continuo impegno “con” e “per” le donne  creai due format: uno di crescita personale “Il ben-essere dell’Universo femminile” e un altro di coaching personale e professionale  “Benessere Donna: Empowerment Emozioni Efficacia che ha dato vita poi al libro Benessere Donna 300% e al metodo 3E: triplica il tuo potere personale con efficacia, efficienza, energia, ”in compagnia della consapevolezza” di far qualcosa di più, di utile per accompagnare il coaching decisi di scrivere.

Proprio la sua compagnia, mi portò a realizzare un obiettivo sostenibile e possibile.

La “consapevolezza” è una fantastica compagna di viaggio!

A volte la perdiamo, perdiamo la bussola perché siamo troppo impegnate a lanciare pietre contro i cani che abbaiano, siamo troppo impegnate a focalizzarci sulle cose che non servono a nulla, a focalizzarci sulle “non soluzioni” che perdiamo di vista la nostra attenzione sulla esperienza immediata. Cosa ci impedisce di concentrarci e di impegnarci alla realizzazione dei nostri obiettivi? E al lavoro? Interruzioni e distrazioni.

Le interruzioni arrivano inaspettatamente a qualsiasi ora del giorno. Vengono da altre persone sotto forma di domande, annunci, richieste e richieste, da persone che hanno bisogno di decisioni prese, conflitti gestiti e problemi risolti. Le interruzioni arrivano di persona, per telefono, SMS ed e-mail.

Ma le interruzioni, quelle più fastidiose e subdole vengono da noi, vengono dalla nostra mente incapace di “lasciare andare”, quando ci fissiamo, quando non riusciamo a fare qualcosa di diverso e restiamo lì immobili

Per guardare avanti è strategico allenarsi tantissimo a riorganizzare le idee, pulire la mente dai nostri freni giudicatori e visualizzare che il nostro obiettivo sia lì, vicino vicino e realizzabile”

Le interruzioni ostacolano la gestione del tempo, del lavoro, delle strategie, della nostra vita. Ci disturbano, ci ritardano e ci ostacolano. Le interruzioni esauriscono il nostro tempo e ci tolgono energia vitale. Rompono la nostra concentrazione e causano ritardi nella realizzazione dei risultati.

Poiché la giornata ha solo così tante ore, una manciata di piccole interruzioni può privarci del tempo necessario per andare avanti e completare il nostro lavoro. Le interruzioni possono rompere la nostra attenzione, il che significa che poi bisogna passare il tempo a coinvolgere nuovamente il nostro cervello con i processi di pensiero necessari per completare il nostro lavoro.

Le interruzioni possono essere gestite, se impariamo a farlo

In pratica ecco 7 consigli utili, pratici e facili da mettere in pratica ogni giorno.

“Concentrarsi significa dire di no.” – Steve Jobs

  1. Accettare che si verifichino interruzioni. Quindi pianificarle: lasciare delle lacune nelle nostre giornate per le interruzioni e impedir loro di frustrarci.
  2. Stabilire i criteri per l’interruzione di altre persone, in modo che solo le decisioni al di sopra di una certa soglia di importanza vengano a noi. Se qualcuno ci interrompe con una domanda o una richiesta che riteniamo abbia bisogno di discussione, dite loro che torneremo da loro più tardi, quando potremo prestar loro la nostra piena attenzione.
  3. Impostare gli orari per essere disponibili. Altre persone ci interromperanno solo se sanno che va bene interromperci in qualsiasi momento e che risponderemo.
  4. Impostare i tempi in cui siamo disponibili per affrontare i loro problemi e le loro domande. Ad esempio, dire alle persone che si controlla l’e-mail solo alle 15:00. perché è una nostra strategia per ottimizzare il tempo. Quindi è possibile gestire i problemi e le richieste in determinati momenti della giornata e concentrarsi in altri momenti per altro, ma ci vuole metodo
  5. Se ci si trova in una posizione di supervisione o di gestione, quando tutte le domande e le decisioni devono pervenire a noi, è inevitabile che qualcuno o qualcosa possa interromperci. Quindi addestriamo gli altri a prendere queste decisioni. Stabiliamo le linee guida per prendere le decisioni in modo che diventino praticamente le stesse che prenderemmo noi in ogni situazione.
  6. Imparare a dire di no. Diventare assertivi. Imparare a dire di no (bene) alle richieste degli altri se
    1. siamo occupati,
    2. se qualcun altro può gestirlo,
    3. se non è un compito importante
    4. se può essere fatto in un secondo momento.
  7. Sviluppare la pazienza.
    1. Se non si riesce a evitare interruzioni e se dipendono dagli altri possiamo gestirle una alla volta. Se utilizzeremo l’ascolto consapevole e daremo la nostra piena attenzione a ogni persona e ogni domanda o ogni problema, solo in questo modo, saremo meno stressati e tratteremo con calma e pienezza con ciascuno che ha bisogno della nostra attenzione.
    2. Se non si riesce a evitare interruzioni e se dipendono solo da noi, possiamo gestirle imparando a mettere in pratica tutti i 7 consigli di questa pratica, lasciando andare tutto ciò che ci allontana dai nostri obiettivi e focalizzandoci su ciò che davvero desideriamo.
  8. Affidarsi e farsi aiutare da una sessione di coaching personalizzata, senza trovare scuse. Non ho tempo, non ho soldi, non ci credo, tanto non cambierà nulla. Il nostro destino è nelle nostre mani, il nostro benessere è nella consapevolezza che un aiuto, un affiancamento può aiutarci a raggiungere prima e meglio risultati e obiettivi

info@tizianaiozzi.it per la tua sessione di coaching oppure per il tuo corso on line personalizzato.

Parola di coach 😊

Tiziana Iozzi

Tiziana Iozzi

Connettere con le parole e le emozioni fuori e dentro il web è la mia mission. Da 27 anni nella formazione manageriale e nel coaching aziendale. La comunicazione efficace e le strategie linguistiche on line e off line sono il focus dell'attità del blog. La Comunicazione efficace, il Web Content, il web per gli IMBRAnati e il Branding Management sono gli argomenti che mi sono più a cuore e approfondirò nel sito.