Blog

Contribuire con idee e progetti allo sviluppo della imprenditorialità femminile

Scopriamo il Comitato per l’Imprenditorialità Femminile della CCIAA Chieti – Pescara

Si è insediato il 28 maggio 2020 il Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio Chieti Pescara: eletta presidente, per acclamazione, Luciana Ferrone, che durerà in carica fino a dicembre 2022.

Oltre a Luciana Ferrone, nel Comitato siedono, per nomina della giunta camerale e dietro segnalazione delle associazioni di categoria rappresentate in consiglio: Rita Annecchini, Linda D’Agostino, Cristina D’Aprile, Marina De Marco, Vincenzina De Sanctis, Maria Luisa Di Blasio, Marina Dolci, Marta Elisio, Alessandra Fiore, Tiziana Iozzi, Barbara Lunelli, Ana Paula Masaguè, Sara Pierangelo, Antonella Vicoli.

Il Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile cos’è, qual è il suo obiettivo e come può contribuire al sostegno e allo sviluppo della imprenditorialità e, in modo particolare, della imprenditorialità femminile?

Qualche informazione per approfondire e un po’ di storia.

Nasce in seguito al recepimento da parte della Camera di Commercio Chieti Pescara del Protocollo di Intesa siglato il 20 maggio 1999 tra il Ministro dell’Industria ed il Presidente dell’Unioncamere nazionale; è composto da rappresentanti del Consiglio camerale, delle Associazioni imprenditoriali di categoria e delle Organizzazioni sindacali impegnate nella promozione delle pari opportunità.

Le sue finalità?

Il Comitato ha il compito di promuovere, a livello locale, lo sviluppo e la qualificazione della presenza delle donne nel mondo dell’imprenditoria, monitorare le problematiche che le imprenditrici maggiormente incontrano e svolgere azioni che favoriscano l’inserimento nei vari settori economici delle relative imprese.
Le modalità con cui agire sono:

  • proporre suggerimenti nell’ambito della programmazione delle attività camerali
  • partecipare alle attività delle Camere proponendo tematiche di genere
  • promuovere indagini conoscitive, anche con studi di settore
  • promuovere iniziative, anche tramite specifiche attività di informazione, formazione imprenditoriale e professionale e servizi di assistenza manageriale mirata
  • attivare iniziative volte a facilitare l’accesso al credito
  • curare la divulgazione nel territorio delle iniziative e delle attività di ricerca e studio
  • proporre iniziative per attivare un sistema di collaborazioni sinergiche con gli enti pubblici e privati
  • promuovere la conoscenza e l’accesso alle opportunità offerte dall’art. 9 della legge 53/00

 

Nel 2013 proprio nell’ambito del:

  • promuovere iniziative, anche tramite specifiche attività di informazione, formazione imprenditoriale e professionale e servizi di assistenza manageriale mirata

Ebbi il privilegio di partecipare al progetto “Donne, Talento e Leadership.

Questa partecipazione delineò una parte importante della mia carriera professionale, come trainer e come coach, come formatrice nell’Universo femminile

Impegnata da sempre nell’associazionismo al femminile, a sostegno delle donne e delle loro attività d’impresa, in quegli anni il CIF segnò un traguardo importante che ha tracciato un sentiero delineato con le aziende che parteciparono e aderirono al progetto.

La domanda fu:

“Iniziamo dalla parte profonda della consapevolezza del sé oppure dalla imprenditorialità?

“Il potere delle emozioni positive” fu la prima proposta formativa promossa dal Comitato per l’Imprenditoria Femminile della CCIAA di Chieti, in continuità con il percorso avviato nel 2012, per accrescere le competenze imprenditoriali e dirigenziali.

Il corso si articolava in 5 incontri, dal 12 giugno al 10 luglio 2013, e vi hanno partecipato manager, imprenditrici e professioniste

Gli obiettivi del programma?

  1. Ottenere da sé stessi dei risultati ed imparare a essere positivi
  2. Formulare i propri obiettivi in maniera utile
  3. Conoscere i propri bisogni impliciti e diventare assertivi
  4. Comunicare efficacemente ottenendo risultati
  5. Gestire gli stati d’animo

 

Era l’ottobre 2013 quando continuammo con il corso “Nuovo management, nuova imprenditorialità” .

Fu un altro successo e soprattutto creò reti forti e progetti tra le imprese, una elevata progettualità e cambiamenti profondi che qualificarono sempre di più le aziende partecipanti.

Il corso “Il nuovo Management, la nuova Imprenditorialità”, fu un’azione di formazione specifica sulle nuove frontiere della moderna imprenditorialità rivolta alle manager, alle imprenditrici e alle professioniste mirata ad accrescere competenze specifiche nei settori di competenza e capacità relazionali verso il mercato di riferimento e verso i nuovi “modi” di fare impresa.

Il progetto aveva alla base un presupposto specifico e fondamentale. Si basava sulla consapevolezza che “per creare un’impresa di successo era necessario ricordare costantemente il proprio core business e prendere rischi ben calcolati. Avere la “vision”, saper innovare e controllare costantemente i costi è essenziale. Se non si cambia costantemente, se non ci si adatta non si sopravvive” in modo particolare nel contesto dei mercati moderni dove tutto è più difficile e tutto è sempre Work in Progress.

Quali erano gli obiettivi del corso?

 Quelli di dare un supporto concreto e reale finalizzato a un modello vincente del proprio brand, della propria immagine aziendale, un modello congruente con gli scenari aziendali nella identificazione di una comunicazione efficace con le tecniche della PNL, del Personal Branding e del Web Marketing

Docente?

Tiziana Iozzi

Gli argomenti erano?

  • I nuovi mercati e gli scenari di riferimento, i nuovi orizzonti del cambiamento: dall’innovazione schumpeteriana ai nostri modelli attuali, dal management alla leadership, dall’imprenditorialità istituzionale ai modelli di successo
  • Strategie di comunicazione dai modelli comunicativi della scuola di Palo Alto ai nuovi modelli di Programmazione Neurolinguistica 
  • Il modellamento nel business
  • Il problem solving
  • Posizionamento del brand e competenze linguistico – relazionali dal negoziato emotivo al potere delle parole, la codificazione delle strategie e gli strumenti di immagine per la coerenza tra il messaggio e il brand
  • Il Total Quality Management
  • L’utilità strategica dei nuovi media
  • Comunicazione interna e comunicazione esterna
  • Un progetto “ideale” d’impresa e la sua realizzazione
  • Comunicazione web & Social Media

I percorsi continuarono in chiave social e web marketing con altri corsi nel contesto “Donne Talento e professionalità”

Terminato con successo la prima parte di “Donne e talento” si passò al “business” e alla promozione online dei brand, e le iniziative formative proseguirono l’anno successivo.

Le iniziative programmate nel 2014 per le imprese femminili promosse dal Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile di Chieti furono numerose e tutte finalizzate al sostegno delle imprese rosa:

 

Da lì tutto partì, da quel percorso formativo tutto al femminile “Il potere delle emozioni positive” del 2013.

Lo stesso progetto che oggi è stato rivisitato ed integrato in chiave webinar ed è sul canale YouTube ai seguenti link

  1. Prima Parte
  2. Seconda Parte
  3. Terza Parte
  4. Quarta Parte

 

E la storia continuò con il CIF della Camera di Commercio di Brindisi

Il Comitato per l’Imprenditoria Femminile di Brindisi organizza il workshop “Strategie di successo per migliorare il tuo BUSINESS” con la business coach Tiziana Iozzi.
Era venerdì 19 giugno presso la sala convegni della Camera di commercio.

Obiettivi del workshop:

  • offrire l’opportunità di conoscere gli strumenti essenziali per gestire efficacemente la propria attività commerciale fuori e dentro il web.
  • scoprire l’importanza del mettersi in gioco continuamente! presupposto indispensabile per ogni tipo di business, indipendentemente dal contesto e dal settore di attività.
  • aumentare il valore e la visibilità del proprio marchio partendo da concetti semplici ma che spesso si considerano scontati.
  • sviluppare approfondire ed attuare strategie e utilizzare gli strumenti per rilanciare le vendite e il business
  • conoscere il problem solving strategico

Anche questo corso era rivolto a: Aziende, professionisti, imprenditori, lavoratrici-lavoratori dipendenti, coordinatrici, consulenti, neolaureate/i, neodiplomati/e, disoccupati/e tantissime scuole.

E ancora, nacque un percorso formativo specifico sul PROBLEM SOLVING STRATEGICO, sempre a Brindisi.

Si partì dai concetti del corso “Il nuovo Management e la nuova Imprenditorialità”, per poi rispondere alle domande Cosa, Dove, Quando, Chi, Come e Perché, che rappresentano i punti di partenza per un approccio finalizzato al PROBLEM SOLVING STRATEGICO e alle necessità delle imprese moderne.
L’idea progettuale si basava sulla consapevolezza che  “per creare un’impresa di successo era necessario ricordare costantemente il proprio core business e prendere rischi ben calcolati, avere una “vision” chiara, saper innovare, controllare costantemente i costi, valutare investimenti per l’innovazione e saper attribuire e riconoscere compiti e competenze alle figure che ruotano in azienda, creando attività performanti.

Gli obiettivi del corso erano chiari:

  1. Conoscere le tecniche del PROBLEM SOLVING per creare un modello vincente del proprio brand, della propria immagine aziendale, un modello congruente con gli attuali scenari aziendali
  2. Identificare una comunicazione efficace e persuasiva saper condividere e comunicare la propria “vision” e la propria “mission”, conoscere le strategie per aumentare il proprio target, creare un piano strategico fuori e dentro il web predisporre un piano editoriale di Content Marketing.

Il corso prevedeva ore di aula, alternate a coaching personalizzato per le aziende che parteciparono, al fine di individuare insieme le aree deboli e i punti di forza per realizzare:

  1. Un piano strategico aziendale e di comunicazione,
  2. Un piano di branding management,
  3. Un piano editoriale per il web per ciascuna azienda partecipante.
Ed Oggi…

la storia torna e i puntini si chiudono e si integrano nel Comitato, nella formazione, nei webinar, nel coaching e tutto assume una energia straordinaria

Il lockdown ne ha ritardato l’insediamento, insieme ad una serie di vicissitudini legate alla CCIAA di Pescara e di Chieti che sono state risolte, ma tutto è andato a posto grazie anche alla ferma volontà del Presidente Gennaro Strever di ricostituirlo.

Diamo il via ai progetti, alla imprenditorialità, al sano ottimismo che appartiene alle donne, alle professioniste, alle imprenditrici e al benessere.

Via alla comunicazione social online, alle strategie e alla comunicazione nella rete e per la rete.

Via al coaching sia online e in Corso Manthonè,62 a Pescara.

Tiziana Iozzi

Tiziana Iozzi

Connettere con le parole e le emozioni fuori e dentro il web è la mia mission. Da 27 anni nella formazione manageriale e nel coaching aziendale. La comunicazione efficace e le strategie linguistiche on line e off line sono il focus dell'attità del blog. La Comunicazione efficace, il Web Content, il web per gli IMBRAnati e il Branding Management sono gli argomenti che mi sono più a cuore e approfondirò nel sito.