Blog

Cosa sarebbe accaduto alla famiglia Ingalls?

“Si stava meglio quando si stava peggio” così tanto per ridere anche se la realtà ci porta a una lettura molto vicina all’antico detto.

La casa nella prateria, una serie televisiva che ha rapito milioni di adolescenti tra gli anni 70/80 ci ha fatto vedere come l’armonia in famiglia è l’ingrediente di base che permette di superare tutto.

Ma chi sono gli Ingalls?

Non certamente frutto della fantasia. La serie TV che ha tenuto compagnia tanti di noi è ispirata ai romanzi “Little house on the prairie” (La piccola casa nella prateria) della scrittrice statunitense Laura Ingalls Wilder la quale racconta la storia sua famiglia di pionieri: papà Charles Phillips Ingalls e la mamma Caroline Lake (Quiner) Ingalls. Laura è la seconda di cinque figli: Mary, che divenne cieca, Laura, Caroline detta Carrie, Freddy che morì a nove mesi e Grace. La serie approdò in TV grazie al produttore Ed Friendly e all’attore co-regista e produttore esecutivo Michael Landon. In essa molti aspetti rispecchiano momenti di vita reale degli Ingalls: la scena in cui Mary conserva il suo bastoncino di menta peperita mentre Laura mangia subito il suo, ne sono un esempio così come il tema della cecità rispecchia i romanzi della Wilder. Una famiglia che, nel suo girovagare si ferma in Minnesota e lì, in un’immensa prateria, costruisce la loro dimora.

Come vivrebbero oggi Charles, Karen, Laura e Mary?

Cosa sarebbe accaduto se avessero avuto computer, wireless, smartphone e tablet?

Tra Facebook, Twitter, hashtag, condivisioni, retweet: come se la sarebbero cavati?

Dal contatto con la natura al vivere connessi; piuttosto che correre per prati e leggere un libro, seduti sul letto con un I-Pad sulle ginocchia.

Proviamo a immaginare mamma Karen alle prese con il pranzo: una girata al sugo e una risposta ai messaggi su WhatsApp del gruppo “amiche per sempre”; tra faccende domestiche e una chiacchierata su Skype con un lontano parente.

Laura e Mary che rientrano da scuola con il loro iPhone e cuffiette alle orecchiette che, in attesa di sedersi a tavola, approfittano per controllare qualche notifica su Facebook oppure se quel ragazzo che piace tanto a Mary ha postato qualche foto…

La piccola Laura che scopre come le nuvole non sono solo in cielo ma si possono trovare anche dentro uno smartphone. Sì, i cloud: contenitori virtuali che consentono archiviare tutto ciò che fai, condividi e salvi. Quale modo migliore per non disperdere i ricordi?

Papà Charles che, grazie all’e-commerce, ha scoperto una nuova fonte di guadagno vendendo online i prodotti del suo orto magari grazie all’aiuto della moglie Karen che, appassionata di scrittura, riesce a dare un input in più alle vendita facendo qua e là un po’ di content e web writing.

Insomma, una famiglia di webnauti che nella prateria, così apparentemente distante dal mondo attuale, riesce a navigare in tutto il mondo restando nel loro ambiente.

Riuscite a immaginare gli Ingalls come una web family?

Vorreste scoprire di più del web e diventare un webnauta?

Sognate di essere al passo con i tempi e sentirvi più vicini ai vostri figli?

Una risposta c’è: visita il sito Imbranet!

Altrimenti?

Chiedere aiuto non è mai sbagliato!

Se desideri comprendere cosa e come puoi fare per realizzare i tuoi progetti di vita professionale info@tizianaiozzi.it perché affidarsi ad una coach che da quasi 30 anni si occupa di imprenditorialità femminile, che si rivolge prevalentemente ma non esclusivamente al magico mondo delle donne, all’Universo femminile può darti innumerevoli vantaggi:

  • velocizzare
  • comprendere cosa è più strategico per TE
  • capire come fare per mettere in campo le strategie utili

Quando nel 2018 ho scritto il mio primo libro Benessere Donna 300% come life coach e facilitatrice del Benessere e ho ideato il “METODO 3E: TRIPLICA IL TUO POTERE PERSONALE CON EFFICACIA, EFFICIENZA, ENERGIA” pensavo proprio a come fare per aiutare i coachee e semplificar loro la vita. Ho ideato un metodo semplice e pratico per aiutare prevalentemente le donne che desiderano “trovare la rotta”. E non è tutto!

Se non lo hai ancora letto:

Benessere Donna 300% | Facebook e qui puoi contattarmi in privato e ti invierò copia del libro.

Ma torniamo al benessere e andiamo verso l’efficacia, l’efficienza e l’energia e chiediamoci: “Quali sono i vantaggi di ricorrere al coaching e alla formazione e come queste due attività così vicine ma così lontane si integrano con il metodo delle 3E, ti consentono di riconoscere e farti riconoscere la tua Leadership, ti conducono verso l’autoefficacia e favoriscono il successo del tuo business?”

Ricorda che sia la formazione che il coaching possono supportarti a:

  • Rendere possibile e realizzabile il tuo obiettivo di vita personale e professionale;
  • Crearti aggiornamento finalizzato ai tuoi obiettivi di business;
  • Sostenerti nell’acquisire tecniche e strategie per sviluppare le tue potenzialità;
  • Metterti nella condizione di acquisire una profonda consapevolezza e nella condizione oggettiva di come affrontare superare qualsiasi sfida;
  • Condurti a riconoscere la tua unicità e il tuo valore;
  • Condurti a migliorare le tue strategie di comunicazione e di azione;
  • Valorizzarti e renderti protagonista del tuo successo.

I vantaggi del coaching e della formazione, quindi, sono innumerevoli e fin qui ne abbiamo descritti davvero pochi. Vuoi anche TU creare un business di successo ed essere felice?

Hai bisogno di farti affiancare da una coach per indirizzare i tuoi obiettivi di vita personali e professionali, organizzare la tua azienda e formare il tuo personale?

Se ti risultasse complesso e impegnativo mettere giù un progetto di impresa o di vita professionale e lavorativa, ma lo desideri da tanto allora scrivi a info@tizianaiozzi.it per la tua sessione di coaching gratuita oppure per un appuntamento nel mio studio di Pescara a Corso Manthonè, 62.

Chiama +39 335 6408456

Tiziana Iozzi

Connettere con le parole e le emozioni fuori e dentro il web è la mia mission. Da 27 anni nella formazione manageriale e nel coaching aziendale. La comunicazione efficace e le strategie linguistiche on line e off line sono il focus dell'attità del blog. La Comunicazione efficace, il Web Content, il web per gli IMBRAnati e il Branding Management sono gli argomenti che mi sono più a cuore e approfondirò nel sito.