|  | 

Parliamo di...

La Startup di Peter Pan

La Startup di Peter Pan articolo“L’isola che non c’è” è il nome della startup di Peter Pan, un ragazzo che non vuole proprio crescere, nemmeno alle soglie dei 50 anni.
Solo due anni le cose hanno preso una piega diversa: cimentarsi nel mondo imprenditoriale; creare qualcosa che lo rappresentasse senza quindi dimenticare le particolarità del suo carattere: un fanciullo sognatore. Nasce così L’isola che non c’è, una giovane azienda online che costruisce e vende giocattoli fatti con materiale riciclato.
L’isola che non c’è ha vinto il suo personale percorso di crowdfunding e ha raggiunto la somma utile per diventare una realtà nel mondo 2.0.
In soli due anni Peter Pan è riuscito a entrare nelle case di migliaia di famiglie e realizzare i sogni di centinaia di bambini con giocattoli di stoffe, plastica e carta.
Il sito è tra i più cercati su Google e tra i più cliccati dai genitori; al suo interno c’è un blog curato da fedeli compagni d’avventura come Wendy, Tommy e John; frequentati i suoi corsi dal tema “Colorare senza limiti”: i bambini hanno uno spazio bianco da poter riempire con i loro colori preferiti che si rinnova ogni volta che il bianco lascia spazio al colore e alla fantasia.
Ti domandi come riuscito in poco tempo a diventare un personaggio di successo in così tempo? Ha fatto della comunicazione il punto forte.
Come? Ha saputo comunicare al cuore dei bambini e dei loro genitori. Ha dimostrato attraverso e-mail personalizzate, che rispecchiavano le esigenze di ciascun potenziale cliente, come i suoi giocattoli originali ed economici, possono rendere felice.
Ha bussato alle porte dei suoi vicini per conoscere chi erano e cosa facevano. E’ andato nei parchi per capire come e con cosa giocano i più piccoli. Ha studiato l’economia green e ascoltato tutorial su come creare oggetti.
Infine ha trasferito le sue conoscenze sulla Rete ed ha messo in pratica le esperienze quotidiane fatte di spontaneità, formazione, informazione e semplicità.
Step che hanno reso L’isola che non c’è una realtà del web da far conoscere anche attraverso la stampa tradizionale: nasce così l’idea di Superman, ormai web content affermato, di intervistare Peter Pan per una testata online dedicata alle startup.
Pensi sia stato difficile raggiungere questo traguardo? E’ stata dura, ha letto e studiato parecchio. Ha scritto, scritto e scritto ancora: pensieri, testi, parole brutte e belle: leggere e scrivere i verbi che più usato in due anni e la sua Campanellino ne sa qualcosa.
Lavoro duro, impegno costante, rinunce e crescita: un percorso che Peter Pan ha portato a termine con fermezza e volontà e tantissimo studio, tante scoperte e numerosi corsi di web marketing.
La scrittura per il business e i sales marketing è un caso?
Inizia anche tu da un blog? Ispira la tua tribù con un blog e vedrai le tue performance salire!
E se poi hai anche una sessione gratuita di Coaching? Meglio, tanto meglio!
Se hai altre domande scrivi a info@tizianaiozzi.it
Buon viaggio nella rete con il team di Tiziana Iozzi Trainer.

 

Tiziana Iozzi

ABOUT THE AUTHOR

Connettere con le parole e le emozioni fuori e dentro il web è la mia mission. Da 27 anni nella formazione manageriale e nel coaching aziendale. La comunicazione efficace e le strategie linguistiche on line e off line sono il focus dell'attità del blog. La Comunicazione efficace, il Web Content, il web per gli IMBRAnati e il Branding Management sono gli argomenti che mi sono più a cuore e approfondirò nel sito.

Related Articles

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website