Blog

LE PERSONE TOSSICHE: come riconoscerle e perché allontanarle se non sappiamo gestirle

Perdere un’amica? Dipende! Dipende da cosa?

Dalla nostra capacità di reazione oppure dalla nostra abilità a saper gestire una relazione che non corrisponde ai nostri obiettivi, o ai suoi oppure ci toglie l’ossigeno e linfa vitale.

Ma perdere un’amica non è mai una esperienza bella da vivere. È più o meno come un lutto ☹

Lo sapevi che secondo una ricerca le persone temono più l’idea di perdere una amica di quanto non temano gli effetti tossici della relazione stessa?

Quindi se ti senti a disagio, se quando squilla il telefono e vedi il suo nome e non vorresti rispondere, perdi il sorriso quando esci con lei, non sopporti tutti i pettegolezzi che fa, cara amica, sappi che sei in buona compagnia!

Sono tantissime le donne che si comportano come te!

Sono tantissime le persone che non sanno come fare e “subiscono” persone e situazioni togliendo tempo al “loro tempo” e alla propria vita.

Peccato che, a differenza di chi ha letto il libro Benessere Donna 300%, tu sei alla ricerca del benessere, della serenità e della qualità della TUA vita.

Il benessere  e la ricerca del benessere porta con sé:

  • La realizzazione di rapporti e relazioni sane e affatto tossiche
  • La condivisione di momenti di gioia e di aiuto
  • Il desiderio di migliorare la propria vita

Che tu sia una imprenditrice, una mamma, una insegnante, una scrittrice, una commessa o una libera professionista, una casalinga imparare a vivere nella efficacia, nella efficienza e nella energia che ti deriva dal benessere e ispirare gli altri mentre lo fai, è una delle abilità più importanti che tu possa acquisire

E imparare a farlo superando la paura di esporti, è la chiave per accelerare le tue capacità di riconoscere la tossicità in quello che fai e in quello che “fanno e dicono” gli altri, ti consentirà anche di acquisire sicurezza in ogni contesto.

Da dove partire? Da dove iniziare?

Nel libro Benessere Donna 300% – nel paragrafo Il buonumore: MENTE E CORPO IN STAND BY che riporto qui e che spero tu condivida ti suggerisco proprio come fare mettendo alla base di tutto la predisposizione a nutrire le cellule di buonumore.

“Il buonumore può cambiare il tuo stato mentale, riempire il tuo corpo di endorfine, nutrire i tuoi pensieri, cambiare le vibrazioni delle tue parole e sentire le tue cellule cerebrali riattivarsi, la tua mente sorridere.

Il buonumore aumenta la creatività, migliora l’efficacia dei tuoi pensieri, ti orienta naturalmente alle soluzioni e ti regala una “carica” di ENERGIA, una “botta” di vita.

Se sei di buonumore, sei al meglio delle tue possibilità l’efficacia e l’efficienza saranno le tue migliori alleate.

Se sei di buonumore vivrai inevitabilmente nel BENESSERE, avrai più ENERGIA e ti sentirai di “poter” fare qualsiasi cosa.

Credimi FUNZIONA! Le endorfine ti invadono e non sopporti più le persone “tossiche”.

Le cose che non hanno un senso e delle quali “non te ne frega niente” si autoeliminano se sei nella vibrazione giusta.

Non ti interessa del giudizio degli altri e per dirtela tutta, anche “gli altri” stanno lontano da te. E ti pare poco?

Non credere a me amica mia, SPERIMENTA E VERIFICA!

In ogni sessione di buonumore c’è sempre la meditazione per ristabilire il battito cardiaco.

Il BENESSERE che ne deriva è qualcosa di straordinario. Meditare crea dipendenza.

In molto casi è complesso lasciarsi andare, lasciar scorrere i pensieri, staccare. Le prime volte potrà capitarti di addormentarti oppure di sentire il rumore dei pensieri ma quando ci riuscirai nulla sarà più come prima.

La meditazione crea dipendenza, una dipendenza bellissima e sai perché?

“Ciascuno di noi ha un bisogno irrefrenabile di entrare in contatto profondo con il suo sé.

“Siamo più vicini a comprendere l’utilizzo possibile della “ricerca” di uno stato di “silenzio interiore”. Una direzione di ricerca sulle pratiche meditative è caratterizzata dallo studio delle onde cerebrali mediante elettroencefalogramma. Vengono distinte diverse frequenze di attività elettrica nel cervello, tra le quali la meno intensa è chiamata “alfa”, caratterizzata da bassa frequenza con onde regolari e sincroniche. L’esecuzione di pratiche meditative stimola la realizzazione di questo tipo di attività cerebrali che coincide con una percezione di estrema neutralità interiore, uno stato che, indubbiamente, permette più di ogni altro di rivedere le proprie credenze.” tratto dal libro “La nube della con conoscenza”

Le cellule del nostro corpo si rianimano e si riattivano con il benessere. Tutto attorno a noi ha colori e sapori diversi

Il buonumore può cambiare il tuo stato mentale, riempire il tuo corpo di endorfine, nutrire i tuoi pensieri, cambiare le vibrazioni delle tue parole e sentire le tue cellule cerebrali riattivarsi, la tua mente sorridere.

Come facciamo a essere di buonumore se siamo “tirate giù” da persone che non desiderano affatto uscire dal loro “ipnotico quotidiano” e “tolgono energia vitale” e sanno solo lamentarsi.

Prima di concludere infine ti chiedo, ancora un’altra piccola riflessione: Verifica cosa non ti consente di  eliminare le persone tossiche dalla tua vita oppure le situazioni tossiche che ti creano disagio emotivo

E se più che una riflessione fosse un impegno?

Puoi iniziare subito! Ora!

E se proprio pensi che sia impegnativo e non sai da dove iniziare ho un metodo per rimuovere il tuo malessere e trasformarlo in vero benessere. Scrivimi al mio indirizzo email info@tizianaiozzi.it. Contattami quando vuoi!

Sarò felice di affiancarti nel percorso verso il TUO benessere.

 

Ti abbraccio forte <3

Tiziana Iozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *